COCCIANTE A VERONA RACCONTA NOTRE DAME DE PARIS

E’un Cocciante raggiante e disponibile quello che oggi abbiamo incontrato a Verona ospiti di Palazzo Barbieri alla presenza del sindaco Sboarina e del manager Gianmarco Mazzi . Un Riccardo umile ma fiero di raccontare il ritorno in Arena dell’opera moderna piu famosa al mondo, che incantera’ l’Anfiteatro veronese dal 3 al 6 Ottobre.

Di Notre Dame s’e’ detto gia tutto, in 17 anni e oltre 1200 repliche complessive, ma le recenti disavventure capitate alla bellissima cattedrale francese hanno reso ancora piu’epica quella che Cocciante definisce “un’opera d’autore”, frutto del lavoro corale ed ispirato del musicista italiano nato in Vietnam, dell’autore dei testi Pasquale Panella, personaggio enigmatico e genialissimo gia scrittore dei versi dell’ultimo Battisti , e di una produzione, attenta e organizzata, quale quella del compianto David , a cui eredita’ e’stata raccolta con entusiasmo dal figlio Enzo.

Cocciante sottolinea con dovizia di particolari la costruzione creativa dell’opera e della messa in scena e da’il meglio di se organizzando , grazie alla presenza del pianoforte, un gioioso duetta con Elhaida Dani, la cantante gia vincitrice di “The voice of Italy” che sara’ l’Esmeralda che affianchera’ il Quasimodo oramai veterano rappresentato dalla voce di Gio’ di Tonno.

L’incontro con Cocciante viene impreziosito anche da una sempre coinvolgente esecuzione al piano della sua immortale Margherita, che viene dedicata alla figlia del sindaco Sboarina presente anche con la mamma e bazzettata proprio con questo nome.

Notre Dame De Paris e’ un grande spettacolo, una rappresentazione che con la delicatezza della storia e la meravigliosa stesura musicale, portano lo spettatore fuori dalla realta’, dalla definizione di genere, dalla collocazione spazio tempo de contesto.

“Notre Dame” non e’ da ascoltare, ne’ da vedere ma semplicemente da vivere. E l’Arena altro non e’ che il palcoscenico ideale per rendere ancora piu grande questo vero e proprio capolavoro non confrontabile con le pur tante rappresentazioni di genere.

Per Veronapress

Valentina Lucchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...